Infatti il 28 ottobre del 306 Massenzio, figlio dell'Augusto emerito Massimiano, scontento di essere stato tagliato fuori da qualsiasi posizione di potere, si fece acclamare imperatore a Roma con l'appoggio dei pretoriani, dell'aristocrazia senatoria e della plebe urbana. Zoe subito dopo aver assunto il potere, cercò di costringere la sorella Teodora a tornare al suo monastero. Clemente Alessandrino riporta diverse date festeggiate in Egitto, che sembrano coincidere con l'Epifania o col periodo pasquale (cfr. AbeBooks.com: Costantina figlia dell'imperatore Costantino Magno e la Basilica di S. Agnese a Roma: In 8 (cm 16 x 25), pp. View costantino imperatore’s profile on LinkedIn, the world's largest professional community. Durante l'estate del 337 si ebbe un eccidio, per mano dell'esercito, dei membri maschili della dinastia costantiniana e di altri esponenti di grande rilievo dello stato: solo i tre figli di Costantino e due suoi nipoti bambini (Gallo e Giuliano, figli del fratellastro Giulio Costanzo) furono risparmiati. - Figlio di Costantino il Grande e dell'imperatrice Fausta, cesare dal 323 o 324 al 337, augusto dal 337 al 361. [65] I due titoli potevano tuttavia essere riuniti in una sola persona, tanto che in questo caso la denominazione della carica si trasformava magister peditum et equitum o magister utriusque militiae[80] (carica istituita verso la fine del regno, con due funzionari praesentalis[81]). Si dice che fosse straordinariamente bella e, Michele Psello nella sua Chronographia (Χρονογραφία) racconta che "ogni parte di lei era solida e in buone condizioni." Nel 204 circa, invece, Ippolito di Roma propone il 25 dicembre (e la correttezza storica di tale scelta sembrerebbe essere stata approssimativamente confermata da recenti scoperte[96]). Plate: 350 x 590 mm (13.8 x 23.2 in.). Venne trasformato prima in battistero e poi nel 1254 in chiesa, da cui il nome Santa Costanza, che è errato, poiché Costanza non era una santa. «Imperatori Caesari Flavio Constantino Maximo Pio Felici Invicto Augusto pontifici maximo, Germanico maximo III, Sarmatico maximo Britannico maximo, Arabico maximo, Medico maximo, Armenico maximo, Gothico maximo, tribunicia potestate XIIII, imperatori XIII, consuli IIII patri patriae, proconsuli, Flavius Terentianus vir perfectissimus praeses provinciae Mauretaniae Sitifensis numini maiestatique eius semper dicatissimus.», La leggenda della donazione costantiniana, Località italiane in cui è attestato il culto a San Costantino imperatore, Il senato di Roma gli accordò questo titolo dopo la vittoria su Massenzio. In diretta su Canale 5, la conduttrice napoletana, parlando della figlia di Chiara Ferragni e Fedez, si è riferita a lei appellandola Vittoria Maria. La divisione del potere tra i tre fratelli durò poco: Costantino II morì nel 340, mentre cercava di rovesciare Costante, e Costanzo guadagnò i Balcani; nel 350 Costante fu rovesciato dall'usurpatore Magnenzio, e Costanzo divenne unico imperatore. Non è altresì da escludere che sulla conversione di Costantino abbiano influito in modo determinante gli eventi succedutisi dagli inizi del IV secolo con la constatazione del fallimento delle persecuzioni del 303 e l'editto di Galerio del 311 che tentava di far rientrare la religione cristiana nell'alveo di tutte le altre religioni ammesse nell'impero, che tradiva il timore dell'universalismo del cristianesimo che metteva a rischio le istituzioni romane basate sulle differenze etniche[112]. 23 con 2 tavole finali con riproduzioni fotografiche del mosaico di S. Costanza a Roma. La decisione delle autorità romane, tuttavia, di uniformare la data delle celebrazioni proprio il 25 dicembre potrebbe essere stata stabilita in buona parte per motivi "politici" in modo da congiungersi e sovrapporsi alle feste pagane dei Saturnali e del Sol invictus. La confusione delle date liturgiche fra i culti continuò per un certo periodo , anche perché ovviamente l'editto di Tessalonica, che proibiva i culti diversi dal cristianesimo, non determinò la conversione immediata dei pagani. L'imperatore fece costruire numerose chiese cristiane, tra cui le basiliche del Santo Sepolcro a Gerusalemme, la basilica di Mamre e la basilica della Natività a Betlemme. Nel 312 scese in Italia e vinse … Costantino, inoltre, sempre secondo Zosimo, rimosse dalle frontiere la maggior parte dei soldati e li insediò nelle città (si tratta della creazione dei cosiddetti comitatensi):[82], «[...] città che non avevano bisogno di protezione, privò del soccorso quelle minacciate dai barbari [lungo le frontiere] e procurò alle città tranquille il danno generato dalla soldataglia, per questi motivi molte città risultano deserte. Nel 310 Costantino fece uccidere Massimiano del quale aveva sposato la figlia Fausta. La scelta del 25 dicembre per celebrare il Natale cristiano: dal dies natalis del Sol invictus, espressione del culto solare di Emesa (e del dio Mitra), alla celebrazione del Cristo, “sole che sorge”. Publication : Torino : Carlo Clausen, 1907. Fu il terzogenito, Costanzo II, quello che più di … dis. Venne, quindi, introdotto il solidus d'oro, con un peso di 4,54 g pari a 1/72 di libbra, cioè più leggero (anche se più largo e sottile) dell'aureo, che in quel momento valeva 1/60 di libbra. [36] Costantino da parte sua accettò la decisione di Galerio e, per dimostrare come riconoscesse l'autorità di Severo quale nuovo superiore in grado, cedette a quest'ultimo il controllo della diocesi Iberica, mentre a lui sarebbe rimasto il governo delle Gallie e della Britannia. Per la traduzione di "comes" con "ministro" si interpreti: In particolare furono uccisi i fratellastri di Costantino I, Ad esempio, Guido Clemente, titolare della cattedra di storia romana all'università di Firenze, autore di una. L'anziano imperatore ricevette il battesimo cristiano solo in punto di morte;[14][103][104][105][106]; fu un suo consigliere, il vescovo ariano Eusebio di Nicomedia, a battezzarlo.[107]. Tra i suoi interventi più significativi, la riorganizzazione dell'amministrazione e dell'esercito, la creazione di una nuova capitale a oriente, Costantinopoli, e la promulgazione dell'Editto di Milano sulla libertà religiosa. La stessa notte dell'assassinio Zoe sposò Michele, divenuto così Michele IV. L'imperatore Costantino ebbe quattro figli: Crispo, Costantino II, Costante e Costanzo II. Nel 312 scese in Italia, occupò … COSTANTINO I imperatore, detto il Grande (Flavius Valerius Constantinus Magnus).. - Imperatore romano dal 306 al 337. Gibbon (a cura di Saunders), pag. Si ritornò inoltre al sistema bimetallico di Augusto coniando la siliqua d'argento, di 2,27 g pari a 1/144 di libbra: il miliarense, con un valore doppio della siliqua, aveva quindi lo stesso peso del solidus. Brossura editoriale con ampie fioriture ai piatti. Costantino verrà poi battezzato sul letto di morte il 22 maggio 337[60]. [37], La sofferta nomina di Costantino a Cesare, per quanto gestita e riassorbita nei quadri della tetrarchia, aveva mostrato la debolezza del sistema di successione per cooptazione creato da Diocleziano. Sposò la figlia di Tiberio II e gli succedette alla sua morte. . Patr., Malal., Chron. Lo storico svizzero Jacob Burckhardt, per esempio, afferma: «Nel caso di un uomo geniale, al quale l'ambizione e la sete di dominio non concedono un'ora di tregua, non si può parlare di cristianesimo o paganesimo, di religiosità o irreligiosità consapevoli: un uomo simile è essenzialmente areligioso, e lo sarebbe anche se egli immaginasse di far parte integrante di una comunità religiosa»[90]. [55], Durante questa campagna sarebbe avvenuta la celebre e leggendaria apparizione della croce sovrastata dalla scritta In hoc signo vinces che avrebbe avvicinato Costantino al cristianesimo. Nel 310 Costantino fece uccidere Massimiano del quale aveva sposato la figlia Fausta. Venne originariamente eretto come mausoleo della figlia dell'imperatore Costantino, Costanza. [89] Nel settembre dello stesso anno i tre cesari rimasti (Dalmazio e Annibaliano furono vittime della purga) si riunirono a Sirmio in Pannonia, dove il 9 settembre furono acclamati imperatori dall'esercito e si spartirono l'Impero: Costanzo si vide riconosciuta la sovranità sull'Oriente, Costante sull'Illirico e Costantino II sulla parte più occidentale (Gallie, Hispania e Britannia). Il primo fu quello convocato ad Arelate (primo concilio di Arles), in Francia nel 314, che confermò una sentenza emessa da una commissione di vescovi a Roma, che aveva condannato l'eresia donatista, intransigente nei confronti di tutti i cristiani che si erano piegati alla persecuzione dioclezianea: in particolare si trattava del rifiuto di riconoscere come vescovo di Cartagine Cipriano, il quale era stato consacrato da un vescovo che aveva consegnato i libri sacri. Nacque probabilmente nel 280, da Costanzo Cloro e da Elena, a Naisso (Mesia); visse prima alla corte di Diocleziano, seguì poi il padre in Britannia e alla sua morte fu acclamato imperatore dall'esercito (306), ma non fu riconosciuto da Galerio. Quando ancora ricopriva il ruolo di Cesare, alcune emissioni si inserirono nel classico filone della Tetrarchia, con dediche «al Genio del Popolo Romano» ("Gen Pop Romani"), provenienti specialmente dalla zecca di Londinium (Londra). Anche Lattanzio, nel suo De mortibus persecutorum, delinea in modo netto la distinzione fra il pio Costantino e il perverso Diocleziano (Salona, 22 dicembre 244 – Spalato, 313). Please try again later. Poi viene la distribuzione e la partecipazione a ciò che è stato dato con azioni di grazie, e a coloro che sono assenti viene portata una parte dai diaconi. Michele IV però era affetto da epilessia e l'eunuco Giovanni temeva che la sua famiglia perdesse il trono, così fece in modo che Zoe, su richiesta dell'amato Michele IV, adottasse suo nipote, anch'egli di nome Michele (il futuro Michele V), detto il Calafato. Costantino Imperatore - Pagina Ufficiale. MART. [46], Galerio, nel tentativo di porre rimedio alla crisi istituzionale creatasi, nel novembre del 308 convocò a Carnuntum un convegno al quale presero parte, oltre a lui, anche Massimiano e, soprattutto, Diocleziano. Senza escludere l'utilità politica attesa da Costantino dall'alleanza con la Chiesa cattolica, alcuni documenti risalenti al periodo dell'Editto di Milano rivelerebbero un avvicinamento dell'imperatore al cristianesimo ben più marcato di quanto descritto da parte della storiografia, in una lettera del 314-315 di Costantino a Elafio, suo vicario imperiale in Africa, si rivolgeva infatti circa lo scisma donatista con queste parole[109]: «…non sarò mai soddisfatto né mi aspetterò prosperità e felicità dal potere misericordioso dell'Onnipotente fino a quando non sentirò che tutti gli uomini offrono al Santissimo la retta adorazione della religione cattolica in una comune fratellanza…». Ciò portò ad una sollevazione popolare da parte dei cittadini di Costantinopoli nel 1044, che arrivò pericolosamente vicino al linciaggio dell'imperatore Costantino, che stava partecipando ad una processione religiosa per le vie di Costantinopoli. [73], Dopo il 316/317, avendo ottenuto da Licinio anche l'Illirico, Costantino non solo respinse numerose incursioni di Sarmati Iazigi e Goti (tra gli anni 322[73] e 332), ma potrebbe aver dato inizio alla costruzione di due nuovi tratti di limes: il primo nella pianura ungherese chiamato diga del Diavolo, formato da una serie di terrapieni che da Aquincum collegavano il fiume Tibisco, per poi piegare verso sud e collegare il fiume Mureș, percorrere il Banato fino al Danubio all'altezza di Viminacium;[74] il secondo nella Romania meridionale chiamato Brazda lui Novac, che correva parallelo a nord del basso corso del Danubio, da Drobeta alla pianura della Valacchia orientale fin quasi al fiume Siret.[74]. La politica di Costantino mirava a creare una base salda per il potere imperiale sull'assioma che c'era un unico vero dio, una sola fede e quindi un unico legittimo imperatore. Nel 1440 il filologo italiano Lorenzo Valla[102] dimostrò in modo inequivocabile come il documento fosse un falso. An error occurred. Da questo punto di vista è utile distinguere fra il comportamento di Costantino antecedente e quello successivo alla battaglia di Crisopoli, grazie alla quale conseguì il dominio assoluto sull'impero. [47], Tornato deprivato di ogni potere, Massimiano iniziò a tramare contro Costantino. Alessandro Barbero "L'imperatore Costantino". Malgrado fosse il sestogenito maschio, e quindi le sue aspirazioni al trono erano molto difficili, il destino sembrò quasi predestinarlo ad esso. Il 1° maggio del 305 Costanzo Cloro divenne Augusto, dopo le dimissioni di Massimiano, ma morì l’anno dopo ad Eboracum in Britannia; quello stesso giorno, il 25 luglio 306, Costantino fu acclamato Imperatore dai suoi soldati a York e subito sposò sua zia Fausta, figlia di Massimiano: era evidentemente un’alleanza politico-matrimoniale. L'abitudine di chiamare tale giorno "giorno del Signore" (dies dominica, da cui, appunto il nome domenica) compare per la prima volta alla fine del primo secolo (Apocalisse 1, 10) e poco dopo nella didaché, prima cioè che il culto del Sol Invictus prendesse piede. Alcuni storici, però, ritengono che questo racconto possa essere stato tramandato per motivi politico-religiosi e propagandistici.[108]. Romano fu ucciso l'11 aprile del 1034 mentre faceva un bagno nelle piscine del Gran Palazzo. [32] Fu in questo frangente che Costantino raggiunse il padre in Britannia (alcune fonti[33] vogliono che quella di Costantino sia stata una vera e propria fuga da Nicomedia, dove Galerio avrebbe voluto trattenerlo per garantirsi la fedeltà di Costanzo Cloro) e condusse con lui alcune campagne militari nell'isola. Egli infatti mantenne la carica di pontefice massimo della religione pagana; carica che era stata di tutti gli imperatori romani a partire da Augusto. Essi svolgevano le seguenti funzioni:[67]. Blog Imperatore Costantino Vitagliano. Sul finire del 309, approfittando dell'assenza del genero, impegnato a sedare una sollevazione dei Franchi,[48] il vecchio Erculio si proclamò per la terza volta imperatore e, assunto il comando della truppe stanziate a Marsiglia, si arroccò nella città. Fu in epoca costantiniana inoltre, una volta identificata la Chiesa secondo la definizione paolina di Corpus Mysticum e ritenuta capace di ricevere donazioni ed eredità, che ebbe luogo il concetto, prima sconosciuto nella legislazione romana, di persona giuridica nella successiva legislazione[114]. Gibbon (a cura di Saunders), pag. Biographie. 21.04.2014 - Mausoleo di Santa Costanza - 350 circa - Roma. L'apparato burocratico venne snellito e suddiviso tra gli affari della corte, affidati a quattro alti dignitari, e gli affari dello Stato, affidati a tre alti funzionari: costoro, insieme con i prefetti urbani componevano il Concistorium principis o Sacrum concistorium ("Consiglio del principe" o "Sacro collegio"). Molto prima che Eliogabalo e i suoi successori diffondessero a Roma il culto siriaco del Sol invictus, molti romani ritenevano che i cristiani adorassero il sole: «Gli adoratori di Serapide sono cristiani e quelli che sono devoti al dio Serapide chiamano se stessi Vicari di Cristo», «…molti ritengono che il Dio cristiano sia il Sole perché è un fatto noto che noi preghiamo rivolti verso il Sole sorgente e che nel Giorno del Sole ci diamo alla gioia». Distinzione forse non del tutto disinteressata, visto che Lattanzio, nato in Nordafrica da famiglia pagana e convertitosi al cristianesimo, dovette fuggire precipitosamente da Nicomedia, sede imperiale di Diocleziano, all'alba dell'ultima persecuzione contro i cristiani, nel 303. Costantino, soprannominato Trachala per il collo taurino, era senza dubbio un uomo affascinante, un maschio Alfa che piaceva alle donne. Teodote e Costantino avevano due figli; uno nacque nel 796 e morì nel maggio del 797. Si veda, Il giorno e il mese sono largamente accettati, mentre l'anno è talvolta anticipato al, Il titolo imperiale ufficiale era IMPERATOR CAESAR FLAVIVS CONSTANTINVS PIVS FELIX INVICTVS AVGVSTVS; dopo il, Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, Ancient Rome : art, architecture and history, Conflict, conquest, and conversion two thousand years of Christian missions in the Middle East. Wikipedia Data di nascita: 1232, Venosa Data di morte: 26 febbraio 1266, Benevento Coniuge: Elena Ducas Genitori: Federico II di Svevia, Bianca Lancia Figli: Costanza II di Sicilia Altri due, Costantino II e Costante, rimasero al potere per un periodo piuttosto breve: tre anni il primo (337-340), tredici il secondo (337-361): a entrambi toccò poi una fine piuttosto ingloriosa. La principale fonte contemporanea è costituita da Eusebio di Cesarea, autore di una Storia Ecclesiastica che non manca di esaltare la gloria e la nobiltà di Costantino in quanto imperatore cristiano, a cui fece seguito una Vita di Costantino che ne costituisce una vera e propria agiografia. If playback doesn't begin shortly, try restarting your device. Per tale ragione Galerio, che al tempo era l'unico Augusto legittimo rimasto in carica, fu inizialmente scettico nel riconoscere l'investitura di Costantino, tuttavia alla fine si convinse a cooptarlo nel collegio imperiale ma con il rango di Cesare, promuovendo invece come nuovo Augusto d'Occidente Flavio Severo. - COSTANTINO I imperatore, detto il Grande fu figlio dell'imperatore Costanzo Cloro e di una donna di umile condizione, Elena, che S. Ambrogio (De obitu Theodosii, … Costanzo Cloro Antiken Sammlun - Berlino . Ancora per alcuni anni dopo la battaglia di Ponte Milvio le zecche orientali (Alessandria, Antiochia, Cyzicus, Nicomedia, ecc.) Dopo la strage lui, assieme ai fratelli Costante I e Costantino II, venne acclamato imperatore e confermato l’Oriente, con l’aggiunta della Tracia e Costantinopoli. Era dunque la suocera della principessa Sissi. In alternativa all'opinione tradizionale, secondo cui Costantino si sarebbe convertito al cristianesimo poco prima della battaglia di Ponte Milvio, è stata, invece, asserita una sua costante adesione al culto solare, mettendo in dubbio perfino il battesimo in punto di morte. Costantino infatti interpretava in senso cristiano l'antico tema, caro alla Roma imperiale pagana, della pax deorum, nel senso che la forza dell'impero non derivava semplicemente dalle azioni di un principe illuminato, da una saggia amministrazione e dall'efficienza di un ben strutturato e disciplinato esercito, ma direttamente dalla benevolenza di Dio. Tra costoro, il grande archeologo e storico di estrazione marxista Paul Veyne sostiene con sicurezza l'autenticità della conversione di Costantino, ricordando, con J.B. Per quanto riguarda i bronzi, il follis, ormai fortemente svalutato, venne sostituito da una moneta di 3 g, detto nummus centonionalis, cioè 1/100 di siliqua. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta l'8 giu 2020 alle 18:15. Tap to unmute. Anche se si pensa che la madre di Costantino propendesse più per la religione ebraica, tanto da restare delusa alla notizia della conversione al cristianesimo del figlio (Giorgio Ruffolo, The New Empire of Diocletian and Constantine, The Roman Empire: from Severus to Constantine, Sito dedicato alle monete di Costantino in bronzo, Imperatori romani e relative linee di successione, Chiesa dei Santi Apostoli a Costantinopoli, Storia del declino e della caduta dell'Impero romano, Campagne germanico-sarmatiche di Costantino, Riforma costantiniana dell'esercito romano, 7° sermone tenuto nel Natale del 460 - XXVII-4, Monetazione di Costantino e dei Costantinidi, Notizie in inglese sulle monete di Costantino in bronzo con simboli cristiani, De falso credita et ementita Constantini donatione, Vedi qui testo latino e traduzione in inglese, https://web.archive.org/web/20090212025904/http://www.isevenezia.it/it/pubblicazioni/pubblicazioni_dell_ise/rivista_di_studi_ecumenici/, https://web.archive.org/web/20100613051538/http://www.ni.rs/byzantium/english.php, Antica basilica di San Pietro in Vaticano, Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro, Casata di Teodosio (Impero Romano d'Occidente), Linea di successione degli imperatori romani, Cronologia degli eventi principali riguardanti la vita di Diocleziano, Persecuzione dei cristiani sotto Diocleziano, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Costantino_I&oldid=119508701, Personaggi citati nella Divina Commedia (Inferno), Personaggi citati nella Divina Commedia (Paradiso), Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Voci biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, la suprema amministrazione della giustizia e delle finanze (sostenendo anche le spese.