Con la presente scrittura privata, avente carattere obbligatorio e non traslativo di proprietà, da valere a tutti gli effetti e conseguenze di legge, è stipulato quanto segue: oggi___________________________in________________________________il/la promittente, venditore,Sig.,___________________________nato/a________________________________. Oltre a non avere la casa perdiamo anche la caparra che abbiamo versato? E ho dovuto acquistare perchè non potevo immaginare di perdere la considerevole quota versata da mio padre quattro mesi prima. Spettano comunque all’agenzia? cordiali saluti. Le mie domande sono: 1- Posso cedere il compromesso e mandare il nuovo acquirente al rogito? Il compromesso deve essere redatto in forma scritta: nessun valore per gli accordi verbali. HO SENTITO IL FUTURO ACQUIRENTE E MI RIBADISCE CHE QUESTE PARTI CIOE’ POSTO AUTO E CANTINA GLI SONO STATE PROMESSE VERBALMENTE, PREMETTO CHE IGNORANDO CHE NON FACESSERO PARTE DELLA MIA COMPRAVENDITA HO DETTO QUESTO E’ VERO MOLTO INGENUAMENTE, MA ALLA LUCE DEI FATTI NON LO POSSO FARE. cordiali saluti. Salve Sara, di solito l’acquisto di un’immobile su carta è meno oneroso dell’acquisto di un immobile (che si possa considerare analogo per caratteristiche e superfici) già edificato, anche se ormai non si parla più di misura (cioè metri quadrati) ma si parla di corpo (cioè quanti vani), infatti sulla maggior parte dei compromessi che vengono stipulati già da parecchi anni a questa parte c’è sempre la dicitura” l’immobile viene acquistato a corpo e non a misura”, Grazie. Grazie della sua sollecitudine. Comprare casa può risultare un’operazione complessa ed intricata, soprattutto se non si hanno ben in chiaro i passaggi procedurali, i contratti da stipulare ed i documenti da firmare. Salve ; sto vendendo un’appartamento,un’agenzia (pur non avendo contratto di mediazione con me)mi ha portato un’acquirente interessato, facendomi poi una proposta da me non accettata. Ci siamo già mossi per la richiesta di mutuo, che a parole ci è stato concesso, ma non abbiamo pouto portare tutta la documentazione di richiesta alla banca in quanto essendo agosto alcuni documenti non era possibile reperirli (tra i quali anche il compromesso che non è ancora avvenuto) Ai fini economici e fiscali quale delle due è più conveniente. a breve acquistiamo una casa da privati, in fase di acquisto la casa sarà intestata solo a me. Le chiedo cortesemente se la presenza dell’abuso nella perizia determini l’inadempienza dei venditori e quindi io possa richiedere il doppio di caparra versato o se, nonostante la segnalazione di abuso, io debba “trovare” gli altri 20000 o rinunciare alla caparra versata. Salve Fabio, sinceramente se il proprietario non le vuole consegnare i documenti evidentemente non vuole vendere l’immobile, oppure nasconde qualcosa. cordiali saluti. Chiedete al vostro notaio sono sicuro che vi consiglierà di trascrivere l’atto, Cordiali saluti. Se in entrambi i casi è obbligatorio, se mi spiegate perchè. di Silvia Scafati Domenica 18 Marzo 2018, 12:37 Casa, proposta d’acquisto: come blindarsi fino al rogito notarile. In merito alla Tua risposta del 20/02/2011 delle 11:41, nel vostro modello di COMPROMESSO – Articolo 2, chiedo se va bene modificato come di seguito riportato: Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 40 della Legge 28 febbraio 1985 numero 47 e successive modifiche e integrazioni la Parte Promittente Venditrice espressamente dichiara che il complesso immobiliare di cui sono parte le porzioni immobiliari oggetto del presente accordo, è stato edificato in conformità di progetto approvato. salve Massimiliano, quello che vi spetta visto che il venditore si è reso inadempiente è il doppio delle somme versate, nel caso comunque in cui tale somma non fosse da voi ritenuta idonea a sanare il danno subito, potete sempre rivolgervi ad un vostro legale per fare un’ulteriore richiesta di danni. Per avere una maggiore tutela potrebbe trascrivere il preliminare, ma questa operazione ha un costo piuttosto elevato ed è completamente a carico dell’acquirente, Si tratta di un contratto tra privati (vedi: Consigli per acquistare casa da un privato), per cui non è richiesta obbligatoriamente la presenza di un agente immobiliare o del notaio (approfondimento: Spese notarili). Alla fine questo atto il 28 (preciso che anche sul preliminare di vendita c’è scritto come termine entro e non oltre il 28 febbraio) non si è potuto concludere perchè aala banca che concedeva il mutuo agli acquirenti, non bastava la dichiarazione di cancellazione di ipoteca con il decreto Bersani e hanno detto che ci volevano un paio di giorni per la risposta. dell’appartamente che vado ad acquistare? Ho inserito la clausola “per se o per personao società da nominare” nelle parte promittente all’acquisto. Prima di effettuare una doppia compravendita infatti è necessario fare bene i conti, e non solo in termini di soldi. Nella maggior parte dei casi queste verifiche hanno un buon esito, e dopo la firma del compromesso è necessario attendere solo la data del rogito. Grazie mille anticipatamente. cordiali saluti. L'acquisto di una casa è uno dei passi più importanti che le persone affrontano nel corso della propria vita. Salve Daniela, ripeto che la prassi corretta è che l’assegno di caparra e tutti gli altri assegni pertinenti al perfezionamento della compravendita debbano essere intestati al venditore e non all’agenzia, anche se purtroppo sento spesso di agenzie che si muovono in questo senso. cordiali saluti. Il notaio ha ammesso che io avevo ragione ma che poi dovevo rivalermi legalmente su di loro. 12 del D.L. Grazie mille! Non posso dare indicazioni specifiche trattandosi di una casistica particolare in quanto non sono a conoscenza della situazione, In seguito ha rinunciato a versare il saldo adducendo a motivo il ritardo nell’ultimazione dei lavori. cordiali saluti. Premetto che ha al momento ho effettuato una offeta e che la stessa è stata accettata dal venditore, chiaramente non ci saranno passaggi intermedi, vedi compromesso o ecc. Comunque la prassi della trascrizione è poco utilizzata perchè costosa (e le possibilità che il venditore sia un truffaldino sono abbastanza remote), ma è sicuramente una tutela maggiore. Il venditore firmerebbe il compromesso accettando però solo l’importo e non il vincolo del mutuo. vi prego aiutatemi…grazie. Ho visto un appartamento in fase finale di costruzione che vorrei comprare, ma ho un dubbio. Di seguito si proverà a percorrere l’iter abituale da effettuare prima di acquistare un immobile da un privato. ho l’oppotunità di acquistare un appartamento nello stato di fatto e di diritto in cui si trova ad un prezzo di € 105.000, oppure, dato che il proprietario che lo ha ritirato è una piccola impresa edile, rogitarlo ristrutturato da Lui ad € 120.000. La trascrizione non è obbligatoria, però ti tutela nel caso in cui il venditore cerchi di vendere il suo appartamento a più persone, o anche decida di applicare un’ipoteca sull’immobile subito dopo la firma del … salve Pza, di solito il secondo pagamento dopo il versamento di una somma a titolo di caparra confirmatoria è un acconto, ma potrebbe essere inteso anche come caparra nel caso in cui nel preliminare venga indicato che la caparra confirmatoria viene versata in due soluzioni una già precedentemente corrisposta il giorno x l’altra alla sottoscrizione del preliminare. L’acquisto casa da privati è normativamente corretto ed è possibile se entrambi io soggetti sono di comune accordo. salve Laura, a mio avviso se sul preliminare è stato scritto che l’immobile è conforme (come ovviamente deve essere) sotto il profilo urbanistico ed edilizio chi vende è inadempiente in quanto un’immobile che presenta abusi non si può compravendere, questo in linea di massima ma visto che su tratta di cifre piuttosto cospicue se fossi in lei mi rivolgerei ad un legale che potendo esaminare la specifica situazione saprà consigliarla per il meglio, anche perchè la banca non le ha detto che non eroga ma che eroga di meno quindi evidentemente l’abuso non è così grave, cordiali saluti. IL MIO APPARTAMENTO FA PARTE DI UNA PALAZZINA FAMILIARE PAPA’, MAMMA, ZIA E QUANDO I MIEI GENITORI MI HANNO INTESTATO LA CASA NON HANNO INSERITO LA CANTINA E POSTO AUTO CONSIDERANDO CHE LI USO CONTINUAMENTE ABITANDOCI E PERTANTO LE PARTI COMUNI CHE RISULTANO NELLA COMPRAVENDITA SONO L’ENTRATA, LE SCALE IL PASSAGGIO ETC. se mancano, a chi spetta procurarli al venditore o all’acquirente? cordiali saluti. L’agente immobiliare è riuscito (pagandolo 1.000 euro in più) a creare un accordo con il recupero crediti di 78.000 euro invece di 85.000 che doveva essere (documentato). Gentile Admin volevo cortesemente chiederle: cordiali saluti. salve Bruno, purtroppo non possiamo entrare nel merito della singola situazione in quanto non esiste per noi la possibilità di conoscere senza ombra di dubbio lo specifico caso che la riguarda, quindi onde evitare di dare informazioni sbagliate ci limitiamo sempre a dare delle linee guida. Qui viene il brutto! Gentile admin le volevo chiedere cortesemente un paio di cose: 1) se in una trattativa di compravendita all’atto della stipula del compromesso se è prevista per legge una percentuale relativa alla caparra rispetto al prezzo pattuito dalle parti; 2)tutta la documentazione dell’immobile, intendo, mappa catastale, planimetria, ecc. Nel caso in cui antecedentemente o contestualmente alla stipula dell’atto di vendita, la parte acquirente dovesse stipulare un contratto di finanziamento ipotecario, la parte venditrice si adeguerà alle modalità di erogazione normalmente usate dall’istituto prescelto. Poi un altra cosa, abbiamo firmato tutti lo stesso preliminare, mia madre e mio fratello non si sarebbero dovuti informare prima di firmare se non fossero stati d’accordo. Salve Simone, certamente è possibile far sottoscrivere la proposta a suo marito e poi intestare la casa a lei, il nostro vicino vende la sua abitazione, vorremmo acquistarla per unificarla con la nostra. Salve Marid, l’importo da scrivere sull’atto di compravendita deve sempre essere quello realmente corrisposto, Buonasera, Comprare casa da un privato: la Guida definitiva. Il notaio al mio rifiuto ha detto: bene, allora mi fate un’assegno del doppio della caparra confirmatorio, dopo questa minaccia era intenzionata a firmare, o per meglio dire obbligata! Se sei alla ricerca di informazioni per l’acquisto di un immobile, sappi che non mancano offerte davvero […], Vendere e comprare contemporaneamente casa è possibile. Ma prima di compiere questo passo è necessario fare alcune valutazioni, per capire se questa operazione ti conviene. Quindi puoi usare questo o altri modelli. MA NON SI DOVEVA DARE UN ASSEGNO ANCHE A ME? salve Luca, certo che lo può fare, ma le imposte che pagherà l’acquirente saranno comunque calcolate sul valore catastale che dovrà essere il minimo dichiarabile. Massimo Lamagna. preciso che la parte venditrice e cioè io non mi ritiro dalla proposta nonostante non abbia ricevuto alcun assegno.l’ammontare dell’assegno che l’agenzia ha preteso è di 7.000,00 euro che l’acquirente ha lasciato prima che firmassimo la proposta di acquisto e questo davanti ai miei occhi. Ho potuto così constatare in anteprima alcuni punti, però uno in particolare mi ha creato qualche dubbio, e cioè che la parte acquirente chiede ai sensi dell’art.1 comma 497 della Legge 266/2005 che la base imponibile, ai fini delle imposte di registro, ipotecarie e catastali, sia costituita dal valore dell’immobile. (Ovviamente tale abuso non era segnalato nel compromesso da me firmato). siccome sono da sola non ce la faccio a pagare il mutuo perche ho un lavoro part time quindi avevo deciso di vendere queello compreto in contanti per estinguere quello col mutuo. Grazie, Mauro. Ho passato giorni a non dormire perchè oltre il danno la beffa, in pratica vogliono farmi passare per pazza! La trascrizione è la vera tutela anche se non è una prassi molto consolidata in Italia (anche perchè ha un costo non proprio basso almeno nell’ordine di 1200 1500 completamente a carico dell’acquirente). 2)Rogitare l’appartamento già ristruttutato da loro ad € 120.000. avevamo sognato come farla, gia’comprato mobili,cucina,cercato aziende per ristrutturazioni insomma eravamo innamorati di quella casa e gia’la sentivamo nostra visto quanto tribulato e lo stato di avanzamento. cordialità. Salve bruno, non esiste un tempo prestabilito di legge che deve trascorrere tra preliminare e rogito, tranne quello che dovrebbe essere esplicitamente indicato già nella proposta d’acquisto che viene stabilito tramite accordo tra le parti. a mio padre e fratelli ma ancora indivisi e non sono stati compresi nella compravendita del mio appartamento oggetto della proposta irrevocabile di acquisto. Terza domanda: nel COMPROMESSO vostro modulo ARTICOLO 3, dove dice “verrà trasferito nello stato di fatto e di diritto in cui si trova al momento della sottoscrizione del presente contratto”, come mi comporto nel caso delle due soluzioni da me qui proposte? HO GIA’ FATTO IL COMPROMESSO PER L’APPARTAMENTO IN CUI VIVE A MILANO COME SPIEGATO SOPRA, E STO PROCEDENDO A RIACQUISTARLO DOVE VIVO IO AD INZAGO (MI), DIETRO AUTORIZZAZIONE DEL GIUDICE TUTELARE, E SCOPRO QUESTO CAVILLO. Se fossi in lei ne parlerei con l’acquirente per trovare un punto d’incontro in questi casi il dialogo è la cosa migliore, purtroppo ancora la normativa non è ben definita, ), incontrerei difficoltà ad ottenere l’autorizzazione a causa della mancanza di concessioni e certificati dell’immobile? ..invece che ne pensa sul fatto che l’agente ci suggerisce di fare il preliminare presso l’agenzia x nn far spendere più soldi a noi se dovessimo farlo dal notaio. Domanda ma se l’esito del mutuo è negativo questo anticipo di soldi andrà perso? Salve Bruno, certo che gli identificativi catastali e i riferimenti sui permessi di costruire o eventuali concessioni in sanatoria vanno sempre indicati, in quanto un’immobile sprovvisto di concessione edilizia o sanatoria e quindi edificato senza il necessario titolo non può essere compravenduto in quanto abusivo, Salve, Io dico ma i professionisti sono loro,io posso dire quello che sò ma loro dovevano verificare bene prima. grazie. TRA QUESTI IL SIGNIFICATO DI PARTI COMUNI DI CUI IO MI INTENDO POCO. Il modello che trovi qui sotto è solo un fac-simile, ed è probabile che il tuo notaio usi un modello di compromesso leggermente diverso. Esempi e calcolo imposte e tasse. Salve Gianluca, nel caso di accollo le consiglio di recarsi personalmente all’istituto in questione e chiarire bene la situazione, in questi casi non tutti si comportano nello stesso modo riguardo alle garanzie, CONSIDERI SEMPRE CHE NELLA PROPOSTA DI ACQUISTO NON SI FA MAI RIFERIMENTO A QUESTE PARTI COME CANTINA E POSTO AUTO, MA CERTAMENTE LEI HA CAPITO BENE IL PROBLEMA. – sulla proposta non ci sono i dati definitivi dell’immobile (non c’e’ indicato il mappale subbalterno ecc). cordiali saluti. Buongiorno, vorrei porre una domanda relativa alla validità e alle responsabilità che sorgono da un contratto preliminare di compravendita di immobile. La Parte Promittente Venditrice dichiara inoltre che per le medesime porzioni non sono stati effettuati altri interventi edilizi o cambiamenti di destinazione d’uso che richiedessero licenze, concessioni o autorizzazioni in genere e garantisce pertanto anche sotto il profilo edilizio ed urbanistico la perfetta regolarità di quanto in contratto. la ringrazio. Vorrei precisare che non mi è stato comunicato nulla, il notaio se l’è presa con l’agente immobiliare, ma a quel punto (visto che l’AI a regola non ha riscosso nulla, me l’avrebbe dovuto comunicare il notaio,no?) Quando si compra casa, prima ancora di arrivare al tanto atteso rogito, c’è un passo che da compiere è fondamentale: il contratto preliminare di compravendita. 2) All’ARTICOLO 2, dove dice: è stato edificato in conformità di progetto approvato e in base a concessione edilizia n°………… rilasciata dal Comune di Inzago (MI) il …./…./…….. , è obbligatorio indicare il n° di Concessione edilizia e data del Suo rilascio? Comunque io non sono un’avvocato e quindi posso solo fare delle supposizioni, se proprio lei e la sua famiglia vi sentite in qualsiasi modo danneggiati dalla situazione, l’unica cosa che potete fare è rivolgersi ad un legale per vedere se ci sono gli estremi per un’azione ed un’eventuale risarcimento, ci sono pero’ delle cose che non ho verificato, ahime’, prima: cordiali saluti. Salve Michele, acquistare un’immobile con dei gravami di tipo giudiziale (se ho capito bene) è un’operazione che può nascondere diversi problemi ed imprevisti, pertanto le consiglio vivamente di avvalersi della consulenza di un professionista accreditato, certamente le costerà dei soldi ma le assicuro che saranno ben spesi, l’operazione dovrebbe essere possibile (sempre che non ci siano altri creditori “nascosti”) ma è necessario effettuare il tutto con le dovute cautele. NOTA BENE Chieda al notaio quale è la situazione nella sua regione, se è obbligatorio l’ace allora incarichi un tecnico basta un giorno per farla, stabilisce al primo comma che il mediatore ha l’obbligo di comunicare alle parti le circostanze a lui note, relative alla valutazione e alla sicurezza dell’affare, che possono influire sulla conclusione di esso, ma nel suo specifico caso avendo lei garantito la regolarità del bene non credo si possano imputare responsabilità al mediatore, anche se a livello deontologico fanno veramente pietà. Prima di firmare il compromesso vorrei attendere la perizia della banca, sia per valutare il valore reale che per sapere l’importo che potrà essere erogato ma il proprietario non vuole darmi le carte (catastali e documento di provenienza) prima del compromesso. PS se il venditore non accetta la clausola passate oltre troverete un’altro immobile di vostro gradimento. Altre pattuizioni tra il promittente acquirente e il promittente venditore: Il promittente acquirente __________________, Il promittente venditore ___________________, Come già fatto in diversi post precedenti, continuiamo ad analizzare lo scenario immobiliare per capire come la congiuntura economica attuale stia influenzando la situazione del settore. salve, volevo sapere se il compromesso per la vendita di una casa è possibile farlo privatamente oppure è obbligatorio farlo da un notaio. Seconda domanda: la ringrazio per la sollecita risposta Le spese e le multe cui desse luogo la registrazione della presente scrittura, sono a carico di quella parte che a ciò avesse costretto l’altra con la propria inadempienza. Attendo urgentemente una risposta da chi sa più di me. A questo punto l’unica cosa che le rimane da fare, anche perchè pure volendo lei non può vendere ciò che non è suo, questo mi sembra chiaro, è rivolgersi al più presto ad un legale in modo da tutelarsi, non aspetti che le venga notificato qualcosa da parte del legale dell’acquirente faccia lei il primo passo, più di questo io non posso fare spero per lei che le cose si aggiustino per il meglio, Comunque le consiglio, nel caso siano intervenute novità in merito ai meccanismi di accertamento fiscale dell’Agenzia delle entrate, di consultare il suo commercialista onde evitare spiacevoli inconvenienti. Bisogna però fare molta attenzione alle due ipotesi di compromesso non registrato e di compromesso registrato. Comunque il mio avvocato ha mandato una lettera ai coinvolti per rimandare l’atto al giorno 14 marzo. Ci viene fornita una proposta d’acquisto a 105 mila euro (5 mila euro in meno al valore effettivo di mercato attuale), sulla proposta c’è il termine per il rogito fissato al 28 febbraio 2011, viene firmata da tutti, ovviamente ci sono anche gli obblighi d’estinzione ipotecaria etc. Ho trovato una casa che vorrei acquistare ma vorrei bloccarla prima che qualcuno supera le mie pratiche di ricerca mutuo e perizie varie sull immobile e mi anticipa a comprarla Come devo muovermi? Casa . Il promittente venditore dichiara di ricevere tali somme e firmando il presente ne rilascia ampia quietanza; 2. cordiali saluti. IO PERO’ NON SO COME COMPORTARMI DAVANTI ALLA MINACCIA DI UN AZIONE LEGALE DA PARTE DEL FUTURO ACQUIRENTE. Poi chè questo comportamento non è deontologicamente corretto ribadisco che la migliore delle soluzioni è quella di rivolgersi ad un legale, Domande: 3. conoscere l’effettivo valore dell’immobile che si sta acquistando. ho firmato una proposta di acquisto mediante un intermeiario. Si tratta di un impegno economico sostanzioso per il quale vale la pena di evitare degli errori e ridurre i margini di "distrazioni contrattuali".Le parti possono, per esempio, avere interesse a fissare subito i termini di un affare, conservando al contempo la facoltà di … PREMETTO CHE IO PER PARTI COMUNI “PENSAVO” CI FOSSERO ANCHE LA CANTINA ED IL POSTO AUTO MA NON CI SONO NELLA COMPRAVENDITA (QUESTO CONSTATATO DALLA VISURA DAL FUTURO ACQUIRENTE FATTA DOPO LA PROPOSTA E CHE NEANCHE L’AGENZIA AVEVA ANCORA FATTO) Salve mi sto accingendo a fare un preliminare di acquisto di immobile, nel quale vorrei inserire l’autorizzazione da parte del venditore (già d’accordo) affinché io acquisrente possa effettuare i lavori di ristrutturazione necessari prima del rogito. La banca pertanto ha valutato la casa per un valore di 150000 e l’importo del mutuo che mi viene concesso è pari a 120.000. Mettendo da parte la convenienza della transazione, io posso vendere un appartamento ad un costo inferiore al suo valore catastale? Quale tra le due soluzioni è quella con meno rischi e danni passatemi il termine, minori? Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza. salve Daniela, le parti comuni sono l’androne, le scale, gli spazi d’accesso allo stabile gli spazi di manovra eccetera, le cantine i posti auto ed altre pertinenze non possono considerarsi parti comuni, a meno che non sia esplicitamente indicato per esempio in un eventuale regolamento di condominio. Eugenio. Salve Eugenio, non c’è una legge che stabilisce quale percentuale debba essere corrisposta alla stipula del preliminare, ma la consuetudine vuole che si versi un 20-30% del totale, ma con accordo tra le parti la cifra può essere cambiata, per quanto riguarda la documentazione necessaria alla stipula dell’atto definitivo (rogito notarile) è tutta a carico del venditore, ma anche qui con accordo tra le parti può essere stabilito che le modalità siano differenti, salve, devo comprare una casa ad un prezzo molto inferore del valore della casa, se volessi arrivare a farmi finanziare 80% del valore della casa che prezzo devo scrivere nella proposta di acquisto? Il promittente acquirente accetta e promette di acquistare per sé, o per altre persone fisiche o giuridiche o enti che si riserva di nominare al momento dell’atto pubblico di vendita, la porzione immobiliare meglio descritta come segue, sotto suoi notori dati catastali e confini quali saranno precisati nell’atto pubblico di compravendita: ________________________________________________________________.