BEST5.IT 2020-12-14 07:05:28 . la guerra civile romana (306-324), che scoppiò in seguito all'abbandono del potere da parte di Diocleziano nel 305 cessò con la riunificazione dell'Impero romano da parte di Costantino I nel 324. la guerra civile romana (350-353) , combattuta tra il 350 e il 353, scoppiata in seguito alla rivolta del generale Magnenzio , che uccise l'imperatore Costante e venne battuto dall'imperatore Costanzo . La Rome antique a connu plusieurs guerres civiles, particulièrement lors de la fin de la République romaine. Mostra di più » Marina militare romana La marina militare romana, pur nascendo durante la prima guerra punica, cominciò ad operare in modo permanente nel mar Mediterraneo e sui principali fiumi dell'Impero romano solo con l'avvento del principato di Augusto, fino a tutto il V secolo. Mitridate VI, re del Ponto, aveva infatti invaso la provincia romana d’Asia, sconfitto le truppe romane e ordinato di uccidere tutti i cittadini romani e italici presenti nella provincia. Il tempo delle guerre civili romane copre gli anni 133 al 30 A. C. , in cui la Repubblica romana è venuto prima in una grave crisi e finalmente è andato giù come una forma di governo. Il Senato si affrettò a dichiarare Cornelio Silla "nemico pubblico" e la "patria in pericolo" e conferì poteri illimitati ai due consoli per affrontare la minaccia, ma nel frattempo il condottiero oligarchico poté occupare senza difficoltà Brindisi, che si arrese senza combattere, e organizzare le sue forze per la guerra; tutta l'Apulia e la Messapia passarono subito dalla sua parte[20]. Il potere di Roma fu messo in discussione dal re di Numidia, Giugurta. I primi scontri, entrambi favorevoli agli ottimati, si ebbero nelle marche presso il fiume Esino, dove le truppe di Pompeo e di Metello ebbero la meglio su quelle condotte da Carbone, e nella pianura di Sacriporto[39], antistante Preneste, dove le truppe di Silla ebbero la meglio su quelle guidate da Mario il Giovane. La prima guerra civile: Silla padrone di Roma Silla fece la pace con Mitridate nell'85 a.C. Nell'83, il senato in mano ai populares lo mise fuori legge. Video lezione su Silla (guerra contro Mitridate e prima fase della guerra civile). Lucio Cornelio Silla sbarcò con il suo esercito a Brindisinella primavera dell'83 a.C. ; il condottiero disponeva delle cinque legioni di veterani con le quali aveva condotto la vittoriosa campagna contro Mitridate. Anche dopo l'arrivo dei rinforzi l'esito della battaglia rimase a lungo in bilico, risolvendosi alla fine a favore del campo degli ottimati. Nell’anno seicentosessantaduesimo dalla fondazione di Roma, a Roma si scatenò la prima guerra civile, e nel medesimo anno (si scatenò) anche la guerra contro Mitridate. In questo frangente, un esercito di 70.000 sanniti e lucani stava risalendo verso il nord, guidati da Ponzio Telesino, Marco Lamponio e Tiberio Gutta, per portare soccorso al giovane Mario a Praeneste. Il giovane condottiero poté scendere con il suo esercito in Apulia e collegarsi con Cornelio Silla che aveva temuto per la sorte del suo giovane luogotenente; lieto dei successi di Pompeo, lo proclamò di sua iniziativa Imperator[29]. User Rating: 0 (0 votes) Sulla piana dei Campi Raudii sorge un sole di sangue. La guerra civile romana dell'83-82 a.C. vide il conflitto tra la fazione degli optimates, guidata da Lucio Cornelio Silla, e quella dei populares, o mariani perché seguaci del sette volte console Gaio Mario morto nell'86 a.C. Quest'ultima fazione era guidata dal giovane Gaio Mario, figlio del grande generale, e da Gneo Papirio Carbone; alla fazione democratica si unirono anche le agguerrite milizie Sannite e Lucane che temevano dalla vittoria dei sillani la perdita dei diritti civili ottenuti dopo la guerra sociale. • Ottaviano e Antonio dividono le terre da governare: Ottaviano resta a Roma e Antonio va in Oriente dove vuole vincere una guerra contro i Parti. Prima Guerra Civil romana (88 aC-81 aC)); Segonda Guerra Civil romana (49 aC – 45 aC); Terza Guerra Civil romana (43 aC - 42 aC); Guerra di dò Roeus La guerra sociale fu combattuta, per tre anni, nell' Italia centro-meridionale.. Fu una guerra molto dura poiché gli Italici avevano messo su un esercito di circa 100.000 uomini. Una vittima delle sue proscrizioni con una morte particolarmente violenta e crudele[41] fu Marco Mario Gratidiano, che si racconta fosse stato torturato e smembrato in un modo che evoca il sacrificio umano di suo cognato Catilina[42]. Dal punto di vista più generale, la guerra provocò devastazioni in larga parte del territorio italico, con intere città gravemente danneggiate, come è il caso, ad esempio, di Forlì (Forum Livii), che aveva parteggiato per Mario. La dernière modification de cette page a été faite le 25 mars 2020 à 14:58. Primera Guerra Civil romana. La crise du troisième siècle décrit la période de troubles débutant à la mort de Sévère Alexandre en 235 et s'étendant jusqu'à l'avènement de Dioclétien en 284 - 285. Dopo questo primo successo le legioni di Silla, fiduciose nella loro superiore esperienza e capacità bellica, marciarono subito contro l'altro esercito avversario comandato dal console Cornelio Scipione che era attestato a Teano, lungo la via Appia. Cet article les recense. a.guerra civile), in conseguenza della crisi degli ordinamenti costituzionali. Silla aveva piena fiducia nei suoi uomini ma era tuttavia consapevole delle difficoltà della guerra civile di fronte alla netta superiorità iniziale delle forze della fazione democratica[23]. Dopo essere rientrato in Italia dalla prima guerra mitridatica l'esercito di Silla si incammina verso Roma contro l'esercito romano dei mariani e degli italici (lucani e sanniti). Lo scontro decisivo tra gli eserciti delle due fazioni, la battaglia di Porta Collina, si svolse il 1º novembre dell'82 a.C., sotto le mura di Roma, dove l'esercito lucano-sannita guidato da Ponzio Telesino aveva puntato, modificando l'intenzione iniziale di portare soccorso a Preneste, non appena avuta notizia della manovra di Silla, che di fatto aveva lasciato sguarnita Roma. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 2 dic 2020 alle 18:50. La crise de la République romaine est une longue période d'instabilité politique et d'agitation sociale qui s'étend environ de -133 à -30 : Après -30, Rome est unifiée sous le commandement d'Octave. Ces deux dates sont considérées comme fin de la République et le début de l'Empire romain. Sconfitti i nemici mariani, Silla incominciò le proscrizioni di tutti gli avversari politici; assunse il titolo di dittatore a vita, e cercò con una serie di riforme di ristabilire il regime oligarchico. La guerre civile sérieuse suivante ne se produit pas avant le suicide de Néron, en 68. La Rome antique a connu plusieurs guerres civiles, particulièrement lors de la fin de la République romaine. Silla non ebbe difficoltà a convincere le truppe del console a defezionare e passare nel suo campo; quaranta coorti mariane confluirono nell'esercito sillano[33]. PRIMA GUERRA CIVILE ROMANA: RIASSUNTO. Scipione, fatto liberare da Silla, cercò di arruolare nuove truppe con le quali costituire un altro esercito, ma con l'arrivo dell'inverno le operazioni militari cessarono; Silla e Metello Pio si stabilirono in Campania, mentre continuava l'assedio delle legioni di Norbano a Capua[34]. L'abile Quinto Sertorio venne inviato in Etruria e quindi in Spagna Citeriore per effettuare nuovi reclutamenti, mentre si ricorse a misure straordinarie per accumulare le risorse necessarie a finanziare la guerra: venne anche sottratto l'oro e l'argento raccolto nei templi di Roma[36]; soprattutto gli eserciti democratici vennero rinforzati numericamente con l'arrivo di nuove truppe italiche e di vecchi veterani di Gaio Mario[36]. Se egli si fosse sottomesso alla legge i suoi nemici lo avrebbero condannato all'esilio se non a morte. Nonostante la contrarietà dell'energico Quinto Sertorio, timoroso di una disgregazione delle inesperte truppe mariane, le trattative proseguirono; alla fine Scipione interruppe i colloqui e decise di rompere l'armistizio, ma ormai era troppo tardi. En -27, Octave reçoit le titre d'Auguste du Sénat. In realtà le forze militari democratiche erano molto numerose ma inesperte, eterogenee, scarsamente organizzate e prive di comandanti veramente capaci. Carbone invece prima riparò in Africa e poi sull'isola di Pantelleria, dove fu catturato da Pompeo Magno che lo trasse in catene nella prigione di Marsala, dove quello stesso anno fu giustiziato. Dernière Guerre civile de la République romaine, Guerres civiles de l'Empire romain d'Orient, https://fr.wikipedia.org/w/index.php?title=Guerres_civiles_romaines&oldid=168786080, licence Creative Commons attribution, partage dans les mêmes conditions, comment citer les auteurs et mentionner la licence. La guerra civile romana degli anni 193-197 nasce come risultato di omicidi prima di Commodo il 31 dicembre 192 e la prossima di Pertinace, che aveva inizialmente il consenso del Senato e la guardia pretoriana. I soldati prestarono un formale giuramento di fedeltà e parteciparono anche con un piccolo contributo alle spese di guerra. Se la prima guerra civile si combatte esclusivamente sul territorio urbano di Roma, prima dei soli patrizi romani e, in seguito, anche di quelli italici. Ona Guerra Civil a l'è 'na guerra indova i part partegnen al midemm Stat o popolazion, spartii in fazion avvers e indova, tipicament, almen vun di contendent a l'è mìnga ona forza armada regolar.. Esempi. Guerra civil romana de 387-388, entre Teodosio I y Magno Máximo - Victoria de Teodosio I. Guerra civil romana de 394, entre Teodosio I y Arbogasto - Victoria de Teodosio I. Guerra civil de 432. Storia delle campagne dell'esercito romano, Campagne contro i Caledoni di Antonino Pio, Guerre romano-sasanidi di Alessandro Severo, Campagne germanico-sarmatiche di Costantino, Storiografia sulla caduta dell'Impero romano, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Guerra_civile_romana_(83-82_a.C. Dans le contexte du droit romain, la guerre civile ne désigne qu'une guerre opposant des citoyens romains. )&oldid=117039348, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Guerra civile romana 83-82 a.C.: Nell’83 a.C., Silla sbarcò al porto di Brindisi con le sue cinque legioni di veterani, con cui aveva condotto brillantemente le operazioni in Asia. Silla, per impedire questa manovra, abbandonò l'assedio di Chiusi dirigendosi immediatamente verso sud con i propri uomini e sbarrare così il passo a questo nuovo esercito.